172 milioni di euro dalla Commissione per sostenere l’indipendenza energetica dell’UE - APRE
Seguici su

Modalità risparmio energetico

Questa schermata riduce il consumo di energia del monitor quando non sei attivo sul nostro sito.
Per riprendere la navigazione è sufficiente muovere il mouse.

indipendenza energetica dell’UE

La Commissione investe 172 milioni di euro in 13 progetti di R&I per sostenere l'indipendenza energetica dell'UE

La Commissione europea ha stanziato 172 milioni di euro per sostenere 13 progetti di ricerca e innovazione che contribuiranno direttamente al raggiungimento dell’indipendenza energetica dell’UE. Questi progetti si concentrano sugli obiettivi del REPowerEU, il piano messo in campo in risposta alle difficoltà e allo sconvolgimento del mercato energetico globale causato dall’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, con la finalità di arrivare ad avere un’energia accessibile, sicura e sostenibile per l’Europa, eliminando gradualmente l’importazione di combustibili fossili dalla Russia.

I 13 progetti selezionati

I 13 progetti sono stati selezionati a seguito della loro partecipazione ai bandi di marzo e aprile 2023 nell’ambito del Cluster 5 di Horizon Europe (Climate, Energy & Mobility), che coprono tre destinazioni generali: fornitura di energia sostenibile, sicura e competitiva; uso efficiente, sostenibile e inclusivo dell’energiasoluzioni pulite e competitive per tutte le modalità di trasporto.

I 13 progetti, sulla base dei loro obiettivi e delle loro soluzioni progettuali finali, sono così divisi:

  • 2 progetti sostenuti da un contributo UE di 39,5 milioni di euro riguardati lo sviluppo di “Renewable Energy Valleys”, sistemi decentrati di energia rinnovabile che contribuiscono ad aumentare la sicurezza e l’autonomia dell’approvvigionamento energetico locale o regionale.
  • 1 progetto sostenuto da un contributo UE di 20 milioni di euro finalizzato allo sviluppo di un “digital twin”, uno strumento fondamentale per rendere il sistema elettrico più efficiente, resiliente e in grado di integrare quote maggiori di energie rinnovabili, pertanto strumento essenziale per raggiungere gli obiettivi di REPowerEU.
  • 3 progetti sostenuti da un contributo UE di 29 milioni di euro riguardanti la dimostrazione di tecnologie innovative di stoccaggio stagionale del calore e/o del raffreddamento su larga scala per la decarbonizzazione e la sicurezza dell’approvvigionamento.
  • 2 progetti sostenuti da un contributo UE di 24,5 milioni di euro finalizzati a soluzioni innovative per la decarbonizzazione economica degli edifici attraverso l’efficienza energetica e l’elettrificazione in linea con il percorso “Electrify Europe” di REPowerEU.
  • 2 progetti sostenuti da un contributo UE di 22,5 milioni di euro riguardanti l’aviazione commerciale a idrogeno, che potrà diventare una realtà solo se entro il 2035 sarà predisposto nell’Unione europea un adeguato sistema di rifornimento e fornitura di idrogeno liquido a terra nelle infrastrutture terrestri del trasporto aereo.
  • 3 progetti sostenuti da un contributo dell’UE di 36,5 milioni di euro riguardanti dimostrazioni volte ad accelerare il passaggio all’uso sicuro di nuovi carburanti sostenibili a impatto climatico zero nei trasporti per vie navigabili.

Il piano REPowerEU

La Commissione europea ha pubblicato il 18 maggio 2022 il suo piano REPowerEU, con l’obiettivo di rendere l’Europa indipendente dall’importazione di combustibili fossili russi prima della fine di questo decennio. I tre pilastri del piano sono: aumentare la produzione di energia verde, diversificare le forniture energetiche locali e ridurre la domanda interna di gas fossile, carbone e petrolio. Il piano REPowerEU prevede la messa in campo di una forte componente di ricerca e innovazione al fine di accelerare il raggiungimento di questi obiettivi, sviluppando ulteriormente le tecnologie a supporto.

Maggiori informazioni:

Torna su