Al fianco dei Soci per sostenere le carriere dei ricercatori - APRE
Seguici su

Modalità risparmio energetico

Questa schermata riduce il consumo di energia del monitor quando non sei attivo sul nostro sito.
Per riprendere la navigazione è sufficiente muovere il mouse.

I dati di partecipazione alle azioni MSCA – Marie SkłodowskaCurie Actions e ERC – European Research Council dimostrano un grande interesse e coinvolgimento del sistema italiano di ricerca e innovazione rispetto ai due programmi di Horizon Europe che sostengono la carriera dei ricercatori e la ricerca di base:

  • oltre 4.700 ricercatori stranieri sono stati ospitati da enti italiani in Horizon 2020 grazie ai finanziamenti MSCA,
  • mentre 327 progetti ERC sono stati finanziati in Horizon 2020 e ospitati da enti italiani.

Nel complesso, dunque, oltre 5.000 finanziamenti da gestire con tutte le sfaccettature ad essi connesse.

Gran parte degli enti ospitanti che si trovano a gestire questi fondi, fanno parte della rete dei Soci APRE; pertanto, l’Agenzia riserva una particolare attenzione ai due programmi nel calendario delle attività organizzate annualmente per la rete. L’obiettivo è affiancare e supportare i Soci con delle iniziative che possano facilitare la partecipazione ai bandi MSCA e ERC e la successiva gestione dei finanziamenti ottenuti per renderli sempre più competitivi.

Ma cosa significano, per esempio, Special needs e Longterm living allowance nelle MSCA? E ancora, come gestire l’inquadramento contrattuale e la valorizzazione economica di un Principal Investigator ERC?

Per rispondere a queste e ad altre domande con cui quotidianamente si confrontano i soci, abbiamo organizzato delle iniziative mirate. Ve ne presentiamo due.

Gruppo di Lavoro con e per la rete dei Soci APRE: “Linee guida per la gestione di progetti ERC in Horizon Europe”

Lo scorso 27 febbraio sono iniziati i lavori del nuovo Gruppo di Lavoro tra i Soci APRE con l’obiettivo di confrontarsi sulla gestione del grant ERC alla luce della normativa nazionale e affrontare le principali problematiche riscontrate in merito alle regole di partecipazione. La peculiarità dei bandi ERC ha fatto nascere la necessità tra i Soci APRE di approfondire le caratteristiche del programma stesso, mediante lo strumento del gruppo di lavoro sulla gestione del finanziamento comunitario. Le linee guida per la gestione di un Grant ERC, che saranno redatte, vogliono individuare possibili soluzioni che permettano di conciliare la legislazione nazionale con le regole di partecipazione di Horizon Europe, in particolare del Programma ERC, con l’obiettivo di fornire uno strumento utile per le Istituzioni e gli Enti interessati. APRE si occuperà, oltre che del coordinamento delle attività anche della supervisione alla stesura delle linee guida nella loro versione consolidata, che integra i contributi dei partecipanti al gruppo di lavoro come soluzione di ogni singola problematica che sarà discussa.

I temi affrontati

I temi affrontati saranno i costi eleggibili – costi del personale e costi diretti – e lo spinoso tema delle parti terze. Inoltre, si discuterà dell’inquadramento contrattuale e valorizzazione economica del Principal Investigator di un progetto ERC e dei membri del team. I temi affrontati sono i principali problemi riscontrati dagli enti italiani che partecipano al programma e devono gestire finanziamenti ERC. L’obiettivo di questo gruppo è proprio quello di condividere i problemi ed insieme, trovare le soluzioni migliori e più adeguate alla risoluzione e alla gestione più efficiente possibile di questi progetti. L’inquadramento contrattuale del Principal Investigator (P.I.) e dei Team members è uno degli aspetti più problematici nella gestione di un Grant ERC. Infatti, l’evidente genericità della normativa comunitaria che non entra nel merito dell’applicabilità delle stesse norme nei singoli Stati Membri/Associati, in alcuni casi non si accorda con la legislazione nazionale propria degli Enti pubblici e con la regolamentazione interna dell’ente ospitante. Questo esercizio permetterà di individuare alcune buone pratiche, già introdotte da istituzioni universitarie ed enti di ricerca, che costituiranno la base di partenza per la definizione di un modus operandi comune e condiviso da parte delle Host Institution (es. regolamenti interni) che possa facilitare la gestione e la realizzazione dei progetti ERC.

La partecipazione al Gruppo inoltre favorirà la condivisione di conoscenze ed esperienze tra gli enti Soci partecipanti, l’acquisizione di una conoscenza più articolata sull’argomento e la creazione di relazioni con gli altri soci.

I lavori del gruppo si svolgeranno con appuntamenti mensili che si concluderanno prima della pausa estiva quando sarà pubblicato il documento “Linee guida per la gestione di progetti ERC in Horizon Europe” che sarà messo a disposizione degli altri Soci per far crescere tutta la rete APRE.

Cafè Curie Special Needs Allowance

Dal 2016 il Team MSCA – Marie Skłodowska-Curie Actions di APRE organizza periodicamente degli appuntamenti online su alcuni aspetti tipici delle MSCA chiamati Cafè Curie. Gli incontri della durata di un’ora circa, si rivolgono al personale amministrativo e agli uffici ricerca dei Soci APRE coinvolto nella gestione dei progetti MSCA. I Cafè Curie costituiscono un’ottima occasione per saperne di più, porre domande e scambiare buone pratiche rispetto ai temi oggetto degli incontri.

Il 28 febbraio 2024 si è tenuto il Cafè Curie su “Special Needs Allowance” e “Long term leave allowance” nelle MSCA, in cui due funzionari della REA – European Research Executive Agency hanno presentato le due voci di budget nella gestione del finanziamento Horizon Europe.

Dopo aver illustrato le principali differenze tra Horizon 2020 e Horizon Europe, Marcela Groholova ha illustrato le diverse fasi da affrontare per richiedere la Special Need Allowance e ha messo in evidenza che cosa si intende per “increase of max grant amount”, in quanto aspetto che spesso mette in difficoltà il personale dedicato a gestire un’azione MSCA.

La Special need allowance infatti si riferisce ad una voce di bugdet aggiuntiva che è possibile richiedere per sostenere l’acquisto e beni e servizi necessari al/alla ricercatore/trice nel caso sia affetto/a da disabilità, certificata da un’autorità nazionale competente.

Long term leave allowance in MSCA

Maria Vili ha, invece, evidenziato quali sono le condizioni necessarie per richiedere la Long term leave allowance e come calcolarla. Con questa voce di budget, invece, ci si riferisce ad un incremento del finanziamento nel caso in cui il/la ricercatore/trice richieda un congedo superiore ai 30 giorni consecutivi, per ragioni relative a maternità, paternità, malattia o special leave.

Nel corso del 2024 APRE organizzerà altri appuntamenti su aspetti di particolare interesse per i Soci. Il prossimo sarà focalizzato sulla MSCA Green Charter e vedrà anche in questo caso la partecipazione della REA.

Questo articolo è tratto da APREmagazine n. 24 di marzo/2024

Torna su