Lo European Innovation Council (EIC): dalla ricerca al mercato. Un percorso concreto per idee innovative - APRE

Online

Lo European Innovation Council: dalla ricerca al mercato. Un percorso concreto per le idee innovative.

APREformazione

20 Ottobre 2021

Sede: on line

Giornate: 2

Docente:
Alessia Rotolo, Stefania Marassi

250 €

iva esclusa

Cosa comprende il corso

Al termine dell’ultimo modulo sarà trasmesso via email il materiale didattico e il link al questionario di valutazione la cui compilazione permetterà il rilascio dell’attestato di partecipazione.

Sconto Soci

Non previsto.

Modalità di pagamento

Carta di credito o  bonifico bancario.

Clicca qui per ulteriori informazioni sul pagamento

Informazioni aggiuntive

Contatti

Per la fatturazione o per domande di tipo amministrativo contattare

fatturazione.webinar@apre.it

Per tutte le altre informazioni sui corsi e sulla loro programmazione contattare

info-formazione@apre.it

 

ISCRIZIONI APERTE

Obiettivi

Lo European Innovation Council (EIC) rappresenta il principale strumento a sostegno dell’innovazione promosso dalla Commissione europea nell’ambito di Horizon Europe, per il periodo 2021-2027.

L’ EIC, in particolare, è l’iniziativa più rilevante all’interno del Pillar 3 – Innovative Europe e si pone l’obiettivo di identificare, sviluppare e implementare innovazioni ad alto rischio di varia natura, con un focus principale sulle innovazioni pionieristiche, dirompenti, ad alto impatto sulla società e potenzialmente creatrici di mercato.

L’EIC si articola in 3 principali schemi di finanziamento, ciascuno dei quali orientato a differenti destinatari e tipologie di azioni, caratterizzate da specifici livelli di Maturità Tecnologica: EIC Pathfinder, EIC Transition e EIC Accelerator.  Il programma  EIC che ha visto la sua apertura ufficiale lo scorso 19 Marzo 2021 si presenta subito con una caratteristica: realizzare un sostegno integrato e agile attraverso tutte le fasi dell’innovazione: dalla Ricerca e Sviluppo (R&D) sui fondamenti scientifici delle tecnologie, alla convalida e dimostrazione delle stesse, al fine di soddisfare le esigenze del mondo reale, fino alla fase di scale-up e all’ingresso quindi, di queste tecnologie sul mercato.

La dotazione finanziaria dell’ EIC è di 10,105 Miliardi di euro in sette anni, pari ad un 10,58% dell’intero programma. Almeno il 70% del budget relativo allo EIC sarà destinato a PMI.

Destinatari

Ricercatori, imprenditori e innovatori dirompenti, manager,  professionisti nel settore dei finanziamenti europei.

Descrizione corso

Il corso on line si svolge nei giorni 20 e 21 ottobre per sei ore di formazione e si pone l’obiettivo di presentare le principali caratteristiche dei bandi, i requisiti e le modalità per partecipare utilizzando lo strumento EIC. Durante il corso verranno analizzati i tre principali schemi di finanziamento dell’EIC, verranno presentati suggerimenti e casi concreti per prepararsi al meglio in vista delle prossime scadenze.

AGENDA

20 Ottobre

09:30

Introduzione al web meeting.

09:40

Il terzo Pilastro di Horizon Europe

  • La Struttura.
  • Lo European Innovation Council.
  • EIC- Gli strumenti ed il TRL da Pathfinder ad Accelerator.

10:20

EIC Pathfinder

  • Gli strumenti dello EIC Pathfinder: Open & Challenges.
  • Proposte vincenti vs template della proposta: tips and tricks.
  • Programme Managers e project portfolios.
  • Criteri e processo di valutazione.

11:30

Coffee Break.

11:45

EIC Transitions

  • Gli strumenti dello EIC Transitions: Open & Challenges.
  • Strumenti Utili per la descrizione del mercato nel template della proposta.
  • Criteri e processo di valutazione.
  • Fast Track Principle e Business Accelerator services.

12:30

Conclusioni.

21 Ottobre

09:30

Introduzione al web meeting.

09:40

Le novità dell’EIC Accelerator verso Horizon Europe: lo stato dell’arte.

10:40

  • Il meccanismo di Equity dell’EIC Fund e la Due Diligence.
  • Il business plan e la sostenibilità finanziaria.

11:30

Coffee Break.

11:45

Il processo di valutazione. Focus sull’interview.

12:15

Strumenti utili ( A2EIC Tools + How to pitch – InReady).

12:25

Conclusioni.

DOCENTI

Alessia Rotolo

Alessia Rotolo è laureata in Giurisprudenza nel 2011 presso l’Università degli studi di Parma.  Nel 2012 ha frequentato un master di specializzazione in International Business presso l’Università Cattolica di Milano, di durata annuale, intraprendendo successivamente delle esperienze lavorative presso Uffici legali di Multinazionali.

Dopo un corso di perfezionamento in Progettazione Europea, a settembre 2016 entra a far parte di APRE dove, in qualità di Innovation Manager si occupa di assistenza e supporto alle piccole e medie imprese nella presentazione di progetti di innovazione nel programma Horizon 2020.

Ha maturato una vasta esperienza nei programmi di ricerca e innovazione europea con una particolare attenzione agli aspetti di innovazione e go to market.  Ha tenuto docenze sui temi del business nei progetti di ricerca e innovazione; sulle opportunità di finanziamento per le imprese, sulla gestione dell’IPR nei progetti di ricerca e innovazione.

Ha partecipato come docente in master sul tema dell’innovazione.

DOCENTI

Stefania Marassi

Stefania Marassi ha una lunga esperienza da ricercatore in fisica teorica e astrofisica, si è laureata in Fisica nel 2004 e dottorata in astronomia nel 2008 presso l’università Sapienza di Roma.
Nel 2018 ha frequentato un master di specializzazione in Comuniczione della Scienza all’Università Sapienza di Roma, di durata annuale, concentrandosi sugli aspetti chiave della strutturazione di progetti europei.
Da febbraio 2019 entra a far parte di APRE in qualità di Project Manager occupandosi di assistenza e supporto alle piccole e medie imprese nella presentazione di progetti di innovazione nel programma Horizon 2020.
Ha esperienza nei programmi di ricerca e innovazione europea con una particolare attenzione agli aspetti di ricerca e innovazione e di trasferimento tecnologico.

In APRE svolge attività di formazione trasversale sul terzo pillar Innovative Europe con particolare attenzione al trasferimento tecnologico e al go to market.

Torna su