Pubblicata l'edizione 2024 dell'European Innovation Scoreboard (EIS) - APRE
Seguici su

Modalità risparmio energetico

Questa schermata riduce il consumo di energia del monitor quando non sei attivo sul nostro sito.
Per riprendere la navigazione è sufficiente muovere il mouse.

Secondo l'EIS 2024 la performance dell'Unione europea in materia di innovazione continua a migliorare a un ritmo costante

La Commissione europea ha pubblicato l’edizione 2024 dello European Innovation Scoreboard (EIS), un report annuale che fornisce una valutazione comparativa delle prestazioni degli Stati membri dell’UE, dei Paesi europei limitrofi e di alcuni concorrenti globali selezionati in materia di innovazione. L’EIS si basa su 32 indicatori che riguardano economia, business e imprenditorialità, profili di innovazione, governance e quadro politico, cambiamenti climatici e demografia.

L’European Innovation Scoreboard (EIS) 2024

L’EIS 2024 copre tutti gli Stati membri dell’UE, 12 paesi europei confinanti, tra cui per la prima volta la Moldavia e, con un set di indicatori più piccolo, 11 concorrenti globali. Categorizza gli Stati membri in quattro “gruppi” in base ai loro punteggi in materia di innovazione:

  • Innovation leader (la performance è superiore al 125% della media UE);
  • Strong innovators (tra il 100% e il 125% della media UE);
  • Moderate innovators (tra il 70% e il 100% della media UE);
  • Emerging innovators (inferiori al 70% della media UE).

Secondo quanto emerge dall’EIS, la performance in materia di innovazione dell’Unione europea continua a migliorare a un ritmo costante, raggiungendo un aumento del 10% dal 2017 e una crescita dello 0,5% tra il 2023 e il 2024. In generale, la maggior parte degli Stati membri dell’UE ha migliorato la propria performance in materia di innovazione, anche se l’aumento varia notevolmente da un Paese all’altro.

Risultati chiave

Tra il 2023 e il 2024, la performance nazionale in materia di innovazione è aumentata per 15 Stati membri, mentre è diminuita per un altro gruppo di 11, con la Croazia che è rimasta stabile. Rispetto all’ultima edizione dell’EIS è emerso che:

  • La Danimarca rimane il paese più innovativo dell’UE, seguita dalla Svezia, che ha guidato la classifica tra il 2017 e il 2022.
  • Due Paesi hanno cambiato il proprio gruppo di performance: l’Estonia è diventata un Strong innovator seguendo un modello di crescita costante dal 2017, mentre il Belgio, che era un Innovation leader nel 2023, è sceso nella categoria degli Strong innovators, sebbene abbia mantenuto la sua quinta posizione nella classifica generale.

La performance italiana

L’Italia fa parte del gruppo dei Moderate innovators, con una performance pari all’89,6% della media UE nel 2024. La performance italiana, che sta aumentando a un ritmo superiore rispetto a quello del resto dell’UE (+10%), è superiore alla media degli Innovatori moderati.

Il confronto con i paesi extra UE

Un’analisi più ampia, che include altri paesi europei e concorrenti globali selezionati, mostra un panorama internazionale in evoluzione. La Svizzera è il paese europeo più innovativo, la Corea del Sud rimane il concorrente globale più innovativo nel 2024, mentre la Cina ha superato il Giappone e sta progressivamente colmando il divario con l’UE.

Nel contesto globale, l’UE mantiene una posizione solida, dimostrando una buona performance nella maggior parte degli indicatori, tra cui le PMI che introducono innovazioni di prodotto e di processo e le tecnologie legate all’ambiente. Rispetto ai suoi principali concorrenti globali, l’UE deve invece incentivare i propri sforzi in settori quali asset intellettuali, collaborazione tra PMI innovative e spesa in R&S nel settore aziendale.

Maggiori informazioni

Europe’s innovation performance steadily improving but at different speeds between Member States – Commissione europea
European Innovation Scoreboard 2024 [PDF] – Commissione europea
EIS 2023, il report annuale sull’andamento dell’Innovazione europea – APRE

Torna su